Leggere è senz’altro una attività utile e dilettevole.

 

Tuffarsi tra le pagine di un libro è un atto di coraggio: spinti dalla curiosità di esplorare altri mondi, altre idee, altre prospettive si varca l’intimità di una mente che non è nostra, con una visione e con una percezione del mondo diversa. Poi, a lettura terminata ne usciamo trasformati.

 

Nuovi significati, nuovi pensieri e nuove sensazioni si uniscono ai propri ricordi, alle proprie esperienze e alla propria sensibilità per dare vita a un Sé diverso di com’era prima. Prima di aprire quel libro: che si tratti di un saggio, di un romanzo, di un manuale, poco importa.

 

Negli ultimi anni mi sono abituato a leggere mediamente 52 libri all’anno, uno a settimana, a volte anche di più. Leggo abitualmente in quattro lingue: inglese, francese, rumeno e italiano e quando posso, in lingua originale. Tuttavia, in questo articolo e per una più immediata reperibilità ho scelto di riportare i titoli in lingua italiana.

 

Fatta questa doverosa premessa, ecco i miei 12 libri preferiti del 2021.

Un libro dev’essere un’ascia per rompere il mare ghiacciato che è dentro di noi.

Franz Kafka

Prima di passare alla mia Top Twelve del 2021 ti lascio qui sotto i link ad altri articoli in cui parlo di libri che mi hanno ispirato e dai quali ho spesso “rubato” un’idea, un pensiero, una storia, un metodo. Spero siano di ispirazione anche per te.

I miei 12 libri preferiti del 2020

Libri che possono aiutarti a cambiare vita

11 libri per trovare IspirAzione

Letture che ispirano, lasciano il segno ed aprono nuovi orizzonti

 

I libri che ho scoperto e amato di più nel 2021

Il cervello è più grande del cielo di Giulio Maira

Questo è un testo scritto da una sommità della neurochirurgia italiana che descrive, con uno stile chiaro e cristallino, l’organo umano più complesso e prezioso: il cervello. In altre parole, il centro di comando di tutto ciò che facciamo e siamo.

 

Il libro è una lettura avvincente ricca di metafore che richiamano i concetti di luce, di immensità, di bellezza, di mistero, di spazio.

 

Conoscere il funzionamento della nostra mente significa imparare a usarla meglio: l’aspirazione più o meno velata di tutti noi.

 

Felicità, un’ipotesi di Jonathan Haidt

L’autore è uno psicologo sociale che illustra magistralmente come funziona la mente umana alle prese con “verità moderne e saggezza antica” mentre insegue la sospirata e sfuggente felicità.

 

Haidt propone la suggestiva metafora del fantino e dell’elefante attraverso la quale spiega su basi neurologiche, piscologiche e morali le regole che guidano la vita sociale e l’instancabile ricerca di senso nella nostra esistenza.

 

Imparare. Il talento del cervello, la sfida delle macchine di Stanislas Dehaene

Negli ultimi anni, la scienza ha compiuto passi da gigante nel rivelarci i sofisticati meccanismi che regolano la mente umana. Non tutti, certo, non ancora.

 

Tuttavia, da quello che oggi sappiamo il cervello è straordinariamente plastico e l’apprendimento ci aiuta a comprendere sia il suo enorme potenziale, sia i suoi limiti.

 

Dehaene spiega in maniera cristallina come funziona la memoria, il ruolo dell’attenzione e l’importanza del sonno, quest’ultima una delle più trascurate, seppur vitali, attività nella moderna quotidianità.

 

Cinque lezioni leggere sull’emozione di apprendere di Daniela Lucangeli

Rimaniamo in tema di studio e apprendimento: questo è un libro molto utile per il lettore curioso di scoprire come le emozioni influiscono il processo di apprendimento.

 

Una lettura adattata agli educatori (docenti e genitori) che allevano le nuove leve del mondo di domani. Un libro piacevole e ricco di suggerimenti per chi vuole ispirare e aiutare le nuove generazioni a studiare meno e imparare di più.

 

Later di Stephen King

Ho letto il mio primo libro di Stephen King, finalmente. Non sono mai stato appassionato dall’horror come genere letterario o cinematografico, ma Later mi aveva incuriosito e ho deciso di leggerlo. Ne sono rimasto affascinato.

 

Non solo la trama del romanzo ma anche lo stile limpide della scrittura di King, la sua prosa di stampo giornalistico, di alta qualità, s’intende. King usa periodi brevi e metafore seducenti per creare vibranti immagini con le parole.

 

La mia sensazione a lettura finita? Di aver visionato un film, anche se in realtà avevo letto un libro. Immenso King, meravigliosa la sua scrittura.

 

L’almanacco di Naval Ravikant: Una guida alla ricchezza e alla felicità

Mi ha colpito così tanto il libro di questo imprenditore indiano-americano e fondatore di diverse start-up che avevo deciso di dedicargli l’articolo che poi leggere qui.

 

Nella sua stesura, ho lavorato insieme a Chiara, la mia junior più grande, che ha fatto la prima traduzione dall’inglese di alcuni brani più significativi del libro.

 

Li ho poi revisionati e pubblicati (in italiano e in inglese), nell’area riservata alle chicche dedicate ai soli lettori iscritti alla newsletter. Ecco, questo è un buon motivo per iscriverti anche tu, siamo d’accordo? 😉

 

La tentazione di essere felici di Lorenzo Marone

Un’altra piacevole scoperta narrativa nell’anno che sta per concludersi è stato il testo di Lorenzo Marone.

 

In questo libro, ho incontrato alcuni personaggi deliziosi come quel vecchio e cinico rompiscatole che ha deciso di fregarsene degli altri e dei molti sogni cui ha chiuso la porta in faccia. Poi, i suoi figli e i vicini del palazzo in cui abita. E una trama avvincente che mescola ironia, cinismo e immensa umanità.

 

Mindset. Cambiare forma mentis per raggiungere il successo di Carol Dweck

Questo è un libro che lascia il segno. Sul mindset c’è una sterminata letteratura sul web e fuori dal web (spesso di mediocre qualità). Il pregio di questo libro è la capacità di raccontare i filtri attraverso i quali percepiamo il mondo esteriore e il mondo interiore.

 

Con un linguaggio chiaro e suggestivo e mettendo insieme la sua trentennale esperienza di ricerca, l’autrice illustra le due tipologie di mindset che condizionano la nostra vita. In questo articolo puoi approfondire ciò che ci condiziona la vita: la mentalità statica e la mentalità dinamica.

 

Una terra promessa di Barack Obama

È un libro imponente (800 pagini) ma di grande ispirazione che apre il sipario della quotidianità presidenziale americana. Obama racconta con uno stile elegante e ricco di dettagli l’appassionante odissea che lo portò a ricoprire per due mandati (dal 2008 al 2016) la più alta carica della nazione americana.

 

È a mio parere una delle più avvincenti biografie: racconta le difficoltà e i successi che hanno segnato gli anni trascorsi alla Casa Bianca insieme ai punti di forza e di debolezza del 44° presidente degli Stati Uniti.

 

Infine, due titoli per juniors (ma, a dire il vero, anche per i grandi).

Il primo è Perché? 100 storie di filosofi per ragazzi curiosi con testi di Irene Merlini e Maria Luisa Petruccelli e a cura di Umberto Galimberti.

 

100 biografie di chi ci ha dato molte risposte e lasciato altrettanti interrogativi. Perché la filosofia è un’arte capace di mettere sotto sopra l’animo umano in cerca di un senso della propria esistenza e di un ruolo nella società in cui si vive.

 

Il secono titolo è C come cervello. Neuroscienze per lettori curiosi di Marcello Turconi e Allegra Agliardi, un libro che ho regalato a Marco, il mio junior di 4 anni e che leggiamo insieme: a volte solo noi due, a volte si aggiunge anche Chiara.

 

Guidato dal desiderio di fare al meglio il più sofisticato mestiere del mondo – quello di genitore – non perdo alcuna occasione per stimolare Chiara e Marco ad esplorare più da vicino il funzionamento delle loro menti. Le letture adatte alla loro età sono un ottimo inizio.

 

Siamo oggi in possesso di numerose conoscenze sul cervello che ci arrivano dalle scienze umane, tra cui le neuroscienze occupano un posto di rilievo. Farne tesoro per comprendere perché siamo come siamo e come fare per fare meglio è un passaggio imprescindibile per la crescita armoniosa di nuove generazioni capaci e responsabili.

 

Prima di salutarti, un po’ di autocelebrazione 😊

Questo è il mio terzo libro ed è anche quello “più speciale”: Parole giuste tra genitori e figli. Tutto quello che occorre dire (e non dire) con la prefazione del professor Adelino Cattani.

 

Tra le sue pagine scoprirai moltissime parole giuste che ogni genitore, ogni giorno, dovrebbe scegliere di usare con le sue figlie e i suoi figli di qualsiasi età. Troverai, inoltre, parole precise e precise azioni per trasformare e migliorare le relazioni con i tuoi interlocutori a casa, a scuola, in azienda e nella vita di tutti i giorni.

 

Perché con parole giuste possiamo narrare, eticamente, nuovi mondi in nuovi modi e rendere la nostra vita e la vita di chi abbiamo a cuore ricca di senso, serenità e soddisfazioni.

 

Parole giuste tra genitori e figli è un manuale pratico con numrosi esempi e strumenti pratici per migliorare il modo di comunicare con sé stessi, con i propri juniors e con tutti coloro che abbiamo a cuore.

 

Sotto lo sguardo curioso del lettore i libri inventano storie. Raccontano, a volte sussurrano, altre volte gridano, più delle volte ispirano. Avvolgono e coinvolgono.

 

Creano e trasformano: mondi e menti, relazioni e comportamenti. Vite e vissuti. Persone, aziende e comunità.

 

Ti auguro un 2022 ricco di letture proficue e meritati successi!

 

Lucian Berescu